Il Forum del PAPPAGALLO del SENEGAL - YouYou

Per chi come me desidera CONOSCERLI, AMARLI , CONVIVERCI e ALLEVARLI * UN PAPPAGALLO PER TUTTA LA VITA *
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 PREPARAZIONE E METODOLOGIA PASSO A PASSO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Slicker
Amministratore
Amministratore
avatar

Messaggi : 617
Data d'iscrizione : 02.01.08
Età : 51
Località : TORINO

MessaggioTitolo: PREPARAZIONE E METODOLOGIA PASSO A PASSO   Dom Gen 06, 2008 3:30 am



PREPARAZIONE E METODOLOGIA PASSO A PASSO

Prima dell'imbeccata mattutina è buona norma pesare il nidiaceo per accertarci che stia aumentando di peso, o al massimo che sia stabile, se si notano diminuzioni significa che è in corso una patologia ed è doveroso portarlo quanto prima da un veterinario aviario.
Fatto ciò, prima di preparate la pappa d'imbecco, dovremmo preoccuparci dell'igiene delle strumentazione che andremmo ad utilizzare, quindi: siringa, contenitori, cucchiaino per mescolare la pappa. Per fare ciò immergete gli accessori all'interno di un recipiente con dell'acqua con l'aggiunta di disinfettante nelle dosi riportate sulla confezione per alcuni minuti. Risciacquate il tutto molto accuratamente sotto acqua corrente. Scaldate dell'acqua (possibilmente non di rubinetto) tramite un tegamino o un forno a microonde, in una tazzina di caffè fino a raggiungere il punto di ebollizione, questo per un'eventuale prevenzione ed uccidere eventuali impurità presenti nell'acqua. In un altra tazzina andremmo a versare circa due cucchiaini di caffè di pappa in polvere e successivamente aggiungeremo dell'acqua ancora ben calda con l'aiuto della siringa (circa 15-20ml su due cucchiaini di prodotto). Mescoleremo quindi energicamente, preoccupandoci di non creare grumi, non tanto perché la siringa si tappa, ma più per quello che possono causare al pullo, infatti sono spesso causa causa di problemi digestivi o di fermentazioni ingluviali. Le eprime volte difficilmente la pappa avrà la consistenza voluta, nel caso sia troppo liquida potremmo aggiungere altra polvere, al contrario, se risulta eccessivamente densa andremmo ad aggiungere un po' di acqua calda. Una volta raggiunta la consistenza voluta lasciamo riposare per un minuto. Andremo quindi a mescolare un'ultima volta per portare la pappa ad una temperatura uniforme e a questo punto misureremo la temperatura della crema tramite l'ausilio del termometro per alimenti. Una volta accertati che la temperatura sia compresa tra 38 e 40 °C potremmo aspirare tramite la siringa senza ago la crema che servirà per nutrite il nidiaceo, con piccoli urti sulla siringa faremo uscire eventuali bolle d'aria che si saranno inserite nella siringa durante la fase di aspirazione.
A questo punto posizionatevi davanti al pullus, il quale sarà fuori dal suo “nido” su un foglio di carta assorbente, e andate a introdurre la siringa nel lato sinistro del becco. Spesso accade soprattutto le prime volte che il piccolo, stenti a capire che è giunta l’ora della pappa, rifiutando il cibo, quindi andremo a stimolarlo, toccando con la punta della siringa ai lati del becco. Normalmente questo meccanismo risulta efficace, ma ci sono sempre eccezioni in cui il pullo non recepisce che è arrivata l'ora di mangiare anche dopo questa stimolazione. Si dovrà quindi, con delicatezza, inserire e far scivolare la siringa nel lato sinistro del becco fino a giungere nell'apparato orale del pullo e permetterci così di imbeccarlo. Anche nei soggetti più difficili da trattare solitamente già al secondo giorno non avrete più questa difficoltà in quanto alla semplice stimolazione con la siringa non ritarderanno ad aprire la bocca in attesa del cibo. Durante l'imbeccata, che ricordiamo ancora una volta è preferibile eseguire sul lato sinistro del becco in quanto è più vicino all'esofago, andremo a tenere con una mano la testa del pullo che si muoverà con movimenti irregolari, quasi convulsi, e con l'altra premeremo sullo stantuffo della siringa in modo da far arrivare la pappa nel gozzo del nidiaceo. Quando il tatto l'ingluvie (gozzo) sarà teso ma morbido al tatto il nidiaceo potrà ritenersi sazio e termineremo quindi con l'imbeccata, anche se quest'ultimo chiede ancora pappa. Se invece il gozzo risulta teso e duro al tatto dovremo prestare maggior attenzione alla prossima imbeccata perché è segno evidente che ha ingurgitato troppa pappa.
Una volta che l’imbeccata si è conclusa, prima di riporre il nidiaceo nel suo contenitore pulito a cui avremmo cambiato il fondo assorbente, dovremmo controllare che non vi siano nel becco o nel corpo del piccolo delle tracce di pastone o feci e qualora accidentalmente si dovesse verificare in fase di imbecco tale situazione, si dovrà pulire garbatamente e perfettamente il soggetto, servendosi di un po’ di acqua tiepida e della carta assorbente, così facendo eviteremo futuri problemi fisici legati alla scarsa igiene, evitando nel contempo di imbrattare e quindi impedire alle piume di crescere normalmente, cosa che non succede se tra i pori della pelle ed i calami delle piume si forma uno strato di sporcizia che impedirà alla piuma od alla penna di svilupparsi correttamente nel giusto senso.
Andremo quindi a pulire scrupolosamente ogni singolo accessorio usato sotto acqua corrente, e li depositeremo nel contenitore con acqua e disinfettante da dove li abbiamo presi all'inizio della pratica. Questa soluzione disinfettante andrà cambiata ogni due giorni. Lo stantuffo della siringa sarà aggredito dagli agenti disinfettanti del prodotto usato, questo ne causa un indurimento della siringa stessa, dovremmo quindi sostituirla con una nuova circa ogni tre giorni.

_________________
....M.G.P....

RNA - F.O.I. 26LC

AOR Associazione ORnitologica RIVOLI

" " " " UN PAPPAGALLO PER TUTTA LA VITA " " " "
www.pappagallodelsenegal.it
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo dell'utente http://www.pappagallodelsenegal.it
 
PREPARAZIONE E METODOLOGIA PASSO A PASSO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Forum del PAPPAGALLO del SENEGAL - YouYou :: ALLEVAMENTO ALLO STECCO :: PASSO x PASSO-
Andare verso: